Statuto assemblea genitori scuola media Massagno
 
 Capitolo I. Definizioni – organi

 Articolo 1: Composizione
 L’assemblea dei genitori della scuola media di Massagno è la riunione di tutti i genitori degli allievi iscritti all’Istituto (tutori e genitori affidatari compresi).
 
Articolo 2: Scopo
 Lo scopo è quello di occuparsi attivamente, collaborando con la scuola, di tutto ciò che riguarda la sfera educativa nel senso più lato del termine.
 
Articolo 3: Diritto di voto
 ogni genitore che partecipa all’assemblea ha diritto ad un unico voto, indipendentemente dal numero di figli che frequentano l’Istituto.

 Articolo 4: Compiti dell’assemblea
 a) Approvazione dello statuto e di eventuali modifiche
 b) Nomina del comitato
 c) Nomina dei 2 revisori
 d) Nomina del revisore della cassa allievi (per la quota-parte versata dai genitori)
 e) Approvazione o meno dell’operato del comitato
 f) suggerire, proporre, decidere argomenti ed incaricare il comitato della loro realizzazione

 Articolo 5: Riunione dell’assemblea
 Si tiene un’assemblea ordinaria all’anno entro la fine del mese di ottobre. Nell’assemblea è nominato il comitato. L’assemblea può essere convocata in riunione straordinaria dal comitato tutte le volte che lo ritiene necessario, o su richiesta di un minimo di 20 genitori. Ogni convocazione (ordinaria o straordinaria) deve essere inviata ai membri dell’assemblea con un anticipo di almeno 10 (dieci) giorni. In detta convocazione dovrà essere comunicato l’ordine del giorno. In casi di particolare urgenza, il comitato può convocare l’assemblea con un preavviso inferiore ai dieci giorni.
 
Articolo 6: Deliberazioni
 L’assemblea è diretta da un membro del comitato. L’assemblea può deliberare con qualsiasi numero di membri. Le decisioni sono prese a maggioranza semplice dei votanti. Il voto è espresso per alzata di mano.

 Articolo 7: Nomine
 Sono eletti il (i) canditato(i) con il maggior numero di voti. In caso di parità e se nessuno si ritira, l’elezione è rifatta. I candidati devono dichiarare l’accettazione della nomina.
 
Articolo 8: Il comitato
 Il comitato è l’organo esecutivo dell’assemblea, rappresentandola verso terzi. Del comitato può far parte solo un membro della stessa famiglia. Il numero dei membri di comitato è pari al massimo al numero delle classi della sede.
 Ogni classe dovrebbe avere il suo rappresentante nel comitato.
 Il rappresentante di classe ha il compito di mantenere e suscitare i contatti con i genitori della classe.
 Il comitato nomina al suo interno il presidente, il vice-presidente ed il segretario. Il comitato sta in carica, salvo decisioni dell’assemblea, un anno scolastico. I membri possono essere rieletti.
 Le decisioni del comitato sono prese a maggioranza semplice dei presenti.
 Alle riunioni del comitato possono collaborare regolarmente altri genitori dell’assemblea, senza diritto di voto. Inoltre il comitato può avvalersi della collaborazione di terzi.
 Per lo svolgimento delle proprie mansioni il comitato e l’assemblea possono far capo alla segreteria ed alle infrastrutture scolastiche. Il comitato si occupa di ciò che non è competente agli altri organi.
 
Articolo 9: Compiti del comitato
 Il comitato applica le decisioni ed elabora le proposte dell’assemblea. Agevola e favorisce i rapporti tra le diverse componenti della scuola (allievi, genitori, docenti e direzione).
 Formula all’attenzione degli organi scolastici e di altri enti, interessi e postulati dei genitori. Promuove attività di vario genere inerenti la scuola, i figli e i genitori. Convoca l’assemblea. Rende conto all’assemblea dell’attività svolta. Formula eventuali proposte da sottoporre all’assemblea. Tiene aggiornato l’elenco dei genitori. Nomina il revisore della cassa allievi (per la quota-parte versata dai genitori).

Articolo 10: Anno amministrativo
 L’anno amministrativo inizia il primo settembre e termina il 31 agosto.
 
Capitolo II. Basi legali
 Legge della scuola 1990
 art. 25 - 41 - 42 - 43 - 44
 
Reg. di applicazione LS 1992
 art. 63 - 64 - 67 - 71
 
Approvato dall’Assemblea 24 gennaio 1985
Modifiche dell’Assemblea 2 ottobre 1986
Modifiche dell’Assemblea 9 ottobre 2002